Puglia: la basilica interamente ricostruita col fil di ferro

A Siponto, un’antica città della Puglia a pochi chilometri da Manfredonia, una delle aree archeologiche italiane di maggior interesse, è appena stata realizzata un’imponente opera d’arte a cura del giovane artista Edoardo Tresoldi: si tratta di un’installazione gigantesca in fil di ferro che ricrea la struttura di un’antica basilica paleocristiana (la Basilica di Santa Maria di Siponto). Realizzata proprio a ridosso dell’attuale chiesa, l’opera unisce archeologia e arte contemporanea grazie a 4.500 metri quadrati di rete, alta 14 metri e pesante 7 tonnellate.  L’installazione è un tripudio di leggerezza, trasparenza e suggestione. Nessun muro, niente vetro, nessuna struttura intrusiva. L’intera operazione si intitola “Dove l’arte ricostruisce il tempo“, è stata inaugurata venerdì 11 marzo e costituisce uno degli esiti del progetto di valorizzazione del parco archeologico di Siponto. E l’effetto – come si vede dalle immagini – è veramente da brivido.

Advertisements

One thought on “Puglia: la basilica interamente ricostruita col fil di ferro

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s