Il Cairo: il murales di El Seed che copre quasi 50 edifici

Le strade del quartiere di Manshiyat Naser a Il Cairo, abitate dalla comunità degli Zaraeeb, sono da sempre considerate sporche, piene di spazzatura e impolverate, poiché da sempre i suoi abitanti raccolgono la spazzatura dell’intera città. In realtà, questo quartiere ha sviluppato uno dei sistemi di riciclaggio più efficienti e redditizi a livello globale. Per questo motivo, lo street artist franco-tunisino El Seed ha deciso di realizzare, sulle pareti quasi 50 edifici, un unico gigantesco murales anamorfo dal titolo “Perception“, che è interamente visibile solo se lo si guarda da lontano, proprio a sottolineare come il punto di vista con cui guardiamo le cose può far variare il nostro giudizio su di esse.  Il murales, coloratissimo e solare, riproduce in scritte arabe le parole di San Atanasio di Alessandria , un vescovo copto dal 3 ° secolo , che ha detto: “Chiunque voglia vedere la luce del sole deve prima pulirsi gli occhi”.

http://elseed-art.com/

Advertisements

2 thoughts on “Il Cairo: il murales di El Seed che copre quasi 50 edifici

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s