Le illustrazioni sulle auto sporche di Nikita Golubev

A cosa servono le macchine sporche? Facile, a realizzare delle illustrazioni. E’ questa infatti l’ultima idea dell’artista russo Nikita Golubev, anche conosciuto come ProBoyNick, il quale girovagando per le strade di Mosca prende di mira le automobili ricoperte di polvere e fuliggine per creare delle meravigliose opere: ritratti, animali, paesaggi, citazioni…anche lo sporco è una tela!

https://www.instagram.com/proboynick/

Street art: la città arcobaleno del Messico

Pachuca, una città messicana di quasi 300mila abitanti, nota per attività illecite e povertà diffusa, è  diventata in meno di un anno un museo a cielo aperto. Come? Grazie al collettivo di artisti messicano Germen Crew che, in collaborazione con il governo locale, ha ridipinto tutte le 209 case del quartiere Las Palmitas, coinvolgendo le circa 2000 persone appartenenti a 452 famiglie del luogo e dando vita ad una vera e propria festa creativa. Il risultato è strabiliante: vedendolo da lontano, il paese sembra attraverso da un arcobaleno. Love it!

“Bouquet”: i fiori sui volti di chi si ama

Simone Paccini, fotografo ligure classe ’95, attraverso il progetto “Bouquet” ha voluto raccontare l’amore in modo delicato, onirico, concentrandosi solo sulla forza di un’emozione. Come? Immortalando i suoi soggetti con un bouquet di fiori a coprirgli il volto e sottraendo, dunque, una componente identitaria e carnale, per restituire quanto di più bello c’è nel sentimento: la delicatezza, la bellezza, i colori, i profumi.

https://www.simonepaccini.com/

Design: le “poesie di neon” di Milano

C’è tempo fino al 9 aprile – in occasione della Milano Design Week – per visitare “Poesie di Neon“, l’installazione realizzata dal designer italiano Luca Trazzi ospitata all’interno delle Gallerie d’Italia a Milano, più precisamente nel colonnato di Palazzo Anguissola e nel Giardino di Alessandro. L’opera mette in scena dei tubi di neon che attraverso un gioco di vuoti e pieni, colori, luci e ombre, intendono rendere metaforicamente l’idea di un amore perduto e dei ricordi in un viaggio nel tempo e nello spazio. “Poesie di Neon” sono visitabili tutte le sere al tramonto, dalle 19.30 fino alle 23.30.

http://www.lucatrazzi.com/

Fools Travel – InstaTrip a Dublino

Fools Journal è stato a Dublino: una città che ti conquista lentamente grazie alla sua atmosfera viva e rilassata insieme. E’ possibile esplorarla a piedi, quasi tutta, con una pinta di Guinness in mano: dalle stradine in pietra che portano alla memoria paesaggi dickensiani ai vicoli dai negozi con le insegne colorate; dal sospiro di stupore che si prova entrando nella Biblioteca del Trinity College alla magia sospesa dell’Ha’Penny Bridge; dai rumori, sapori e odori del Temple Bar al respiro di storia della St. Patrick’s Cathedral; dalla musica degli artisti di strada di Grafton Street al verde relax di St. Stephen’s Green. Una città da vivere, insomma, una piccola Londra in cui si respira apertura mentale, gioia di vivere con uno sguardo rivolto al futuro.

Foto di Daniele Messina
https://www.instagram.com/danmess11/

I tatuaggi di coppia che celebrano l’amore

Alcune persone sono abbastanza fortunate da trovare la persona con cui passeranno il resto della loro vita. E come celebrarlo? Ci sono tantissimi modi di dirsi “ti amo!”: coordinare i propri abiti, iniziare progetti fotografici congiunti e…fare dei tatuaggi di coppia! Di seguito troverete dunque una carrellata di esempi di tatuaggi coordinati che celebrano l’amore tra due persone: esattamente come un anello, possono essere rimossi, però lasciano anche per sempre il ricordo di un legame speciale.

Arte: l’installazione interattiva e poetica di TeamLab a Londra

Il collettivo creativo e interdisciplinare TeamLab ha realizzato per la Pace Gallery di Londra una meravigliosa installazione interattiva dal titolo “Transcending Boundaries” che indaga in maniera poetica il rapporto tra uomo e natura. L’installazione è costituita da due diverse opere: la prima, Universe of Water Particles, è una cascata d’acqua virtuale che attraversa interamente la galleria; la seconda, Flowers Bloom on People, è un insieme di fiori proiettati sui muri che si muovono coordinandosi con i movimenti degli spettatori. L’opera, che è stata accolta con grande successo, ha di fatto reso possibile l’interazione con i fruitori che sono stati – di fatto – immersi nell’esperienza artistica e resi partecipi di quel meraviglioso spettacolo che è la natura.

Pillola#187 – Valeria Bruni Tedeschi

Valeria Bruni Tedeschi - David di Donatello 2017

«Ringrazio Franco Basaglia che cambiò radicalmente l’approccio della malattia mentale in Italia. Paolo Virzì, che mi guarda da anni con tenerezza, allegria e senza paura. Ringrazio la mia amica Barbara, che mi propose ufficialmente la sua amicizia il primo giorno di asilo e mi dette un po’ della sua focaccia facendomi sentire magicamente non più sola. Ringrazio gli uomini che mi hanno amata, che ho amato e anche quelli che mi hanno abbandonata, perché mi sento fatta di tutti loro, ed è a loro che mi racconto. Ringrazio gli sconosciuti che mi fecero un sorriso, un gesto, ma nei giorni più bui. Ringrazio i miei due meravigliosi bambini. Ecco. E grazie a voi. Scusate» – Valeria Bruni Tedeschi – David di Donatello 2017