Utrecht: il murales che ricrea una libreria

Gli street artist olandesi Jan Is De Man e Deef Feed hanno recentemente realizzato un meraviglioso murales a Utrecht, in Olanda, in cui la parete di un normalissimo palazzo è diventata una bellissima libreria. Suddivisi in tre diversi scaffali, i libri dipinti non sono stati scelti a caso: alcuni sono le opere preferite dei due artisti, altri sono completamente inventati. We love it!

http://janisdeman.com/
https://www.facebook.com/deeffeedartist

Advertisements

La nuova attrazione di New York: “The Vessel”

New York ha una nuova attrazione: si chiama ‘The Vessel’ e si trova all’interno del nuovo complesso residenziale e commerciale Hudson Yards sull’estremo versante ovest della città. Alto 46 metri, dalla forma di nido d’ape, composto da 154 rampe di scale, 2500 gradini e 80 postazioni da cui si può guardare il panorama. La struttura è stata progettata dal designer inglese Thomas Heatherwick e sembra essere un intreccio di vasi sanguigni, ragion per cui il nome inizialmente scelto è stato proprio The Vessel. Già ribattezzata come “social climber”, la struttura – i cui pezzi sono stati costruiti in Italia (più precisamente a Monfalcone) si trova proprio al centro di Hudson Yards Plaza, la porta d’ingresso verso il gigantesco centro commerciale di quella che si può considerare una mini-città e metaforicamente il nuovo cuore pulsante di Manhattan.

L’amore minimal nelle illustrazioni di Kim Rose

Dando un’occhiata ai lavori dell’artista californiana Kim Rose, possiamo senz’altro dire che la regola “less is more” è più che giusta. Con poche linee, infatti, Kim Rose riesce a creare un intero mondo fatto di emozioni, profondità e sentimento: è il caso anche delle illustrazioni minimaliste che vedete di seguito, che raccontano l’amore, la passione e l’intimità con un semplice tratto bianco, e lo fanno con una tale intensità che non serve nessun ulteriore dettaglio.

https://www.instagram.com/kim.rose.art/

Firenze: la street art che omaggia le super donne

In occasione dell’8 Marzo, Festa Internazionale delle Donne, per le strade di Firenze sono apparse – all’improvviso – delle opere di street art che ritraggono donne iconiche come delle super eroine con la maglia di Superman. Non si sa molto degli autori/autrici, c’è solo una pagina Instagram con il nome “Lediesis” che sta raccogliendo le immagini. Le super donne finora comparse sono: Frida Kahlo, Rita Levi MontalciniMargherita Hack, Nefertiti, Sophia Loren, la Principessa Leila, Uma Thurman in “Kill Bill”, nell’atto di fare l’occhiolino ai passanti. We love it!

“Carme Genesis”: l’installazione nella chiesa sconsacrata di Brescia

Ci sono ancora due giorni per visitare “Carme Genesis“, l’opera del duo artistico tedesco Quintessenz – formato da Thomas Granseuer e Tomislav Topic – famoso sia nella scena della street art che per le loro installazioni di puro colore. Ed è proprio il pure colore il protagonista della nuova opera: lunghe strisce di tessuto colorato che riempiono tutta la navata centrale della chiesta sconsacrata dei Santi Filippo e Giacomo, a Brescia. Gli spettatori, dunque, sono invitati a fruire l’opera a 360°. Grazie alla conformazione stessa dell’ampia navata ed alla presenza di un ballatoio, si potrà osservare e scoprire l’opera da angolazioni ed altezze diverse. Lo sviluppo verticale dell’opera, che partendo dal basso (quasi a toccare la pavimentazione) si innalza pian piano verso l’abside, sembra simboleggiare un ponte posto tra la terra ed il cielo, chiaro richiamo alla precedente destinazione d’uso dell’edificio. L’opera sarà visibile fino al 3 marzo 2019.

Matera: le macchine da scrivere per un flash mob culturale

Si partiva dalla parola “sassi”, e poi ognuno era libero di sedersi alla macchina da scrivere e dare libero sfogo ai propri pensieri, racconti, poesie e riflessioni generate dalla parola chiave. È questo il bellissimo flashmob organizzato domenica scorsa dall’Associazione S.E.C.A. a Matera, Capitale della Cultura 2019, in Piazza San Francesco: numerose macchine da scrivere messe a disposizione dal Polo Museale di Trani hanno infatti “invaso” la piazza per realizzare un vero e proprio ponte culturale tra la Puglia e la Basilicata. L’evento, organizzato nell’ambito del programma “InPuglia365”, è stato un successo: sono state tante le persone che si sono dilettate nella scrittura, sia gli abitanti del luogo che i turisti, per delle emozioni inaspettate che riportano al centro dell’esperienza la parola, la cultura, la poesia. We love it!

“Mirage Gstaad”, l’incredibile casa di specchi tra le montagne svizzere

A Gstaad, in Svizzera, il celebre artista multimediale Doug Aitken ha dato vita alla sua ultima spettacolare opera di land art: “Mirage Gstaad“, un casa a specchi dall’incredibile architettura che riflette il paesaggio circostante e si annulla in esso. La casa è la versione europea di altri due progetti già realizzati in passato in California e a Detroit: la forma è infatti quella dei tipici ranch americani, per una struttura sprovvista di porte e infissi, in cui le linee della casa riflettono e si confondono con l’ambiente circostante. L’effetto è spettacolare: l’opera rimarrà in piedi per due anni, in cui si documenteranno i vari modi di interagire della casa con i passaggi di stagioni, colori, luci e presenze umane.

https://www.dougaitkenworkshop.com/

Le illustrazioni poetiche di Dion Mdb

La solitudine, il dolore, l’amore, la confusione, il sogno, l’estasi, la spensieratezza: c’è tutto questo nelle bellissime illustrazioni di Dion Mbd, giovane illustratore della Florida, che realizza ritratti surreali di emozioni reali con colori tenui e sfumati. Nei suoi disegni c’è qualcosa che fa soffrire, c’è qualcosa che rimane incompreso, c’è qualcosa di estremamente bello, e sembra quasi di entrare nelle atmosfere di un libro di Murakami.

https://www.dionmbd.com/

L’installazione pro-migranti in Abruzzo

Domenica pomeriggio, ad Atri (Teramo), in vista della visita del Ministro degli Interni Matteo Salvini, un gruppo di persone ha realizzato un’installazione artistica (e di protesta) nella piazza principale del paese: una serie di mani che sembrano spuntare dal lastricato, esattamente come le mani dei migranti che cercano aiuto prima di morire affogati nel Mediterraneo. Vicino alle mani un testo: “Ministro, sentiti libero di esprimere qui, con i tuoi elettori, idee disumane di società. Qui tra queste mani che affondano, silenti come coloro che, in mare, hanno la testa nell’acqua. Coraggioso è chi mette in gioco la propria vita, non chi gioca con quelle degli altri”. L’installazione è stata rimossa dalla polizia, che ha identificato tre persone, per le quali però non è scattata alcuna ipotesi di reato. Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, ha diffuso le foto scrivendo: “Una protesta silenziosa e civile contro la demagogia razzista e xenofoba del segretario della Lega e la politica del governo verso migranti e Ong”.

13Instalalzione-Atri-2