Parigi fotografata dal bus 60

La fotografa Camille Léage ha realizzato un brillante progetto fotografico dal titolo “Bus 60” in cui racconta Parigi fotografandola dal finestrino di un autobus cittadino, la linea 60 per l’appunto. Una linea che attraversa diversi quartieri, per un risultato che è uno spaccato incredibile sulla diversità culturale che anima la capitale francese, i mille volti che la abitano, le abitudini e i colori di ciascuna zona, con scene che sembrano quasi set cinematografici. Top!

http://camilleleage.com/

“Half Half Travel”: i viaggi a metà di una coppia a distanza

Becca e Dan sono una coppia di fotografi che, a causa del lavoro, hanno dovuto affrontare un periodo di lontananza. Per sentirsi più vicini, e per continuare a condividere la loro passione per i viaggi, hanno dato vita ad un progetto dal titolo “Half Half Travel“: fotografie che mostrano per metà il luogo in cui si trova Becca e per l’altra metà il luogo in cui si trova Dan. Immagini che sono quasi delle singole lettere d’amore e che indicano la continua presenza di uno nella vita dell’altro. Ecco dunque mash up di paesaggi colombiani e sudafricani, di San Francisco e del Portogallo, dei diversi tipi di caffè e vino bevuti, delle diverse architetture, stagioni e creazioni artistiche, per un risultato brillante e – why not – romantico.

https://www.instagram.com/halfhalftravel/

Arte: le mani giganti che proteggono Venezia

Due enormi mani bianche che sbucano dal Canal Grande e che sostengono il celebre palazzo Ca’ Sagredo: è questa l’imponente – e brillante – installazione che l’artista Lorenzo Quinn ha realizzato a Venezia in occasione della Biennale. L’opera, dal titolo “Support”, ha l’intento di aumentare la consapevolezza sul cambiamento climatico che sulla città di Venezia potrebbe avere, ad esempio, effetti disastrosi. Le mani, dunque, simboleggiano metaforicamente la protezione del nostro patrimonio artistico: proprio quelle mani che, attraverso le proprie azioni, possono cambiare il destino del mondo. “Support” sarà visibile fino al prossimo 26 novembre.

Fools Travel – InstaTrip a Dublino

Fools Journal è stato a Dublino: una città che ti conquista lentamente grazie alla sua atmosfera viva e rilassata insieme. E’ possibile esplorarla a piedi, quasi tutta, con una pinta di Guinness in mano: dalle stradine in pietra che portano alla memoria paesaggi dickensiani ai vicoli dai negozi con le insegne colorate; dal sospiro di stupore che si prova entrando nella Biblioteca del Trinity College alla magia sospesa dell’Ha’Penny Bridge; dai rumori, sapori e odori del Temple Bar al respiro di storia della St. Patrick’s Cathedral; dalla musica degli artisti di strada di Grafton Street al verde relax di St. Stephen’s Green. Una città da vivere, insomma, una piccola Londra in cui si respira apertura mentale, gioia di vivere con uno sguardo rivolto al futuro.

Foto di Daniele Messina
https://www.instagram.com/danmess11/

Le case colorate di San Francisco danno il benvenuto alla primavera!

Come dare il benvenuto alla primavera se non attraverso le bellissime – e coloratissime – case vittoriane di San Francisco? L’utente Instagram Patrix15 ci regala immagini dell’architettura unica della città, immortalando gli edifici dai colori irresistibili che spaziano dal verde pastello al rosa pallido, passando per il giallo acceso al cremisi. Distese lungo tutta la città storica e collinare, le case in technicolor catturano l’atmosfera eccentrico e dallo spirito libero di San Francisco. Pronti a partire?

 https://www.instagram.com/patrix15/

La solitudine di Tokyo

Yota Yoshida è uno street photographer giapponese che non ha nessuna formazione fotografica alle sue spalle se non quello dell’esperienza diretta della vita che lo circonda e la voglia di catturare gli elementi invisibili delle città come le emozioni e la poesia dell’atmosfera. Il suo ultimo reportage da Tokyo, intitolato “From somewhere, to elsewhere”, è un riassunto della sua cifra stilistica: non vedrete la solita Tokyo affollata e rumorosa, ma – al contrario – i momenti di solitudine e tristezza dei suoi abitanti.

http://www.yotayoshida.com/

Fools Travel -Praga d’inverno

Impossibile descrivere Praga d’inverno se non attraverso aggettivi positivi. Romantica, intensa, calma, ordinata, viva, poetica, storica, struggente. In qualsiasi zona ci si trovi, gli occhi si riempiono di bellezza: dall’atmosfera sospesa del suo simbolo, il Ponte Carlo, alla magia del centro storico, Staré Mesto, con la sua piazza incredibile e il labirinto di viuzze medievali; dal fascino della zona ebraica, Josefov, con l’intensità del cimitero ricoperto di neve e la bellezza delle sue Sinagoghe, alla pittoresca zona di Mala Strana che porta al Castello e la sua celebre storia. Per non parlare poi della Casa Danzante – iconico edificio che riproduce nelle sue forme la celebre coppia di ballerini Fred Adstair e Gingers Rogers, realizzato dall’architetto Frank Gehry – o della vita brulicante intorno Piazza Venceslao, lungo viale che è effettivamente il centro commerciale e amministrativo della città. La vera forza di Praga, tuttavia, è camminare senza meta nelle sue vie: tra viste mozzafiato, buonissimo cibo locale, spazi verdi e un’atmosfera rilassata, non può che conquistare e rimanere scolpita nei ricordi.

Testo e foto: Daniele Messina