LIMES: la nuova installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Ogni volta che l’artista italiano Edoardo Tresoldi crea qualcosa, crea poesia. Ed è assolutamente poetica anche la sua ultima opera: LIMES, un’installazione site-specific realizzata in occasione del 25esimo anniversario de L’Illa Diagonal, famoso shopping center nel centro di Barcellona progettato da Rafael Moneo e da Manuel de Solà-Morales. Sul tetto dell’edificio, a 56 metri di altezza, appaiono dei volti in fil di ferro che sembrano controllare la città. Alti 5,5 metri, i volti sono in tutto sei volumi trasparenti allineati lungo il bordo del tetto, che sfruttano la prospettiva per cambiare sembianze e dare l’idea di qualcosa in eterno movimento. L’obiettivo dell’opera, già a partire dal titolo, è far riflettere gli spettatori sull’importanza di cambiare prospettiva, incitare al movimento e all’attraversamento di confini e di barriere. Un concetto, di questi tempi, decisamente importate. Per chi ha in programma un viaggio a Barcellona, c’è tempo dino al 26 gennaio 2019 per ammirare dal vivo questa meravigliosa installazione.

Limes-Edoardo-Tresoldi-3Limes-Edoardo-Tresoldi-1Limes-Edoardo-Tresoldi-2Limes-Edoardo-Tresoldi-4Limes-Edoardo-Tresoldi-5Limes-Edoardo-Tresoldi-6

Advertisements

Ad Amsterdam l’installazione per riflettere sull’ossessione per gli smartphone

Si chiama “Absorbed by Light” la nuova – bellissima – installazione realizzata ad Amsterdam dall’artista inglese Gali May Lucas in occasione del “Light Festival” che si tiene ogni anno in questo periodo nella capitale olandese. L’opera mette in risalto la nostra ossessione con la tecnologia: tre figure umane sedute su una panchina hanno il viso completamente rischiarato dagli schermi dei loro smartphone a cui prestano attenzione. Nient’altro li cattura: né il luogo in cui sono, né i loro compagni, né la gente attorno. Suona familiare? Per il 2018, agli artisti partecipanti è stato chiesto di ispirarsi al celebre aforisma del mass-mediologo Marshall McLuhan, “Il medium è il messaggio“ e questa installazione della May Lucas è una delle più riuscite. Per vederla, e per vedere tutte le altre opere del Festival, c’è tempo fino al 20 gennaio 2019.

0123Amsterdam1

 

L’autunno delle foreste olandesi negli scatti di Albert Dros

Il fotografo paesaggista olandese Albert Dros ha realizzato una serie di fotografie in cui ha immortalato la bellezza assoluta della foresta olandese. Dros ha trascorso ore ad esplorare la foresta vicino a casa sua, per perdersi nella magia e i colori del foliage a seconda dell’ora del giorno e della luce che filtra dagli alberi. Le fotografie dimostrano quanto possa essere creativo catturare la natura, con tutti i suoi elementi in continuo cambiamento.

Golden-Autumn-Albert-Dros-19-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-14-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-11-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-2-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-3-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-7-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-8-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-9-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-17-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-20-1024x683Golden-Autumn-Albert-Dros-22

Le foto panoramiche più belle del 2018

“Combing The Sunlight” Tuscany, Italy, Overall Open Winner (Photo Veselin Atanasov - The EPSON International Pano Awards)

Sono stati annunciati i vincitori del “The EPSON International Pano Awards“, contest fotografico che premia gli scatti panoramici più belli del 2018. L’intento è raccontare la bellezza infinita del nostro mondo, con fotografie che raccontano le meraviglie dei paesaggi, della natura e degli elementi naturali che ci circondano. Tra più di 5000 fotografie di oltre 1200 fotografi provenienti da 74 paesi, lo scatto arrivato al primo posto assoluto è di Veselin Atanasov: un ritratto della campagna toscana in una fresca mattina primaverile. Ma basta scorrere le fotografie per rifarsi gli occhi: i tulipani olandesi, una tempesta nel Gran Canyon, la neve in Sud Corea, l’aurora boreale in Norvegia…insomma, buon viaggio!

“Black Mamba” Maloyapass Switzerland, Curators (Photo Stefan Thaler - The EPSON International Pano Awards)“Cave Diver” Anhumas Abyss, Bonito, Brazil, Highest Scoring IAPP Member (Photo Marcio Cabral - The EPSON International Pano Awards)“Intimate Tulips” Flevoland, The Netherlands, EPSON 3rd Place (Photo Albert Dros The EPSON International Pano Awards)“Jambalaya” Swamps, Southern USA, Stitched (Photo David Thompson - The EPSON International Pano Awards)“Light” Tokyo, Japan, Highest Scoring IVRPA Member (Photo Naoki Fujihara - The EPSON International Pano Awards)“Misty Bayou, Lake Martin” Louisiana, United States, MITCHUM 3rd Place (Photo Roberto Marchegiani - The EPSON International Pano Awards)“Royal Ceremony” Daedunsan, South Korea, Amateur Winner (Photo Nathaniel Merz - The EPSON International Pano Awards)“Spark” Grand Canyon, EPSON 1st Place (Photo Colin Sillerud - The EPSON International Pano Awards)“Swirl” Hamnøy, Lofoten, Norway, EPSON 2nd Place (Photo Mads Peter Iversen - The EPSON International Pano Awards)“Wedded Rocks” Japan, MITCHUM 1st Place (Photo Anastasia Woolmington - The EPSON International Pano Awards)

 

Fools Travel – L’inverno in Finlandia

Siete in cerca di ispirazioni per delle mete invernali? Allora niente potrà soddisfare più della bellezza e della magia dei paesaggi finlandesi.

Lo scorso gennaio Fools Journal ha visitato Helsinki, la bellissima capitale affacciata sul Mar Baltico, e Jyväskylä, città del centro Finlandia famosa per la sua università e per aver dato i natali al celebre architetto Alvar Aalto. Paesaggi sospesi, ricoperti di neve e meraviglia, laghi e mari ghiacciati, edifici dai colori tenui, un’atmosfera rarefatta grazie anche a delle temperature medie di -20 gradi, musei all’avanguardia, architetture contemporanee, locali di design e alla alla moda.

Basta coprirsi adeguatamente e prendere un aereo: per il resto, la magia è servita!

Foto di Daniele Messina

Fools Travel – InstaTrip a New York

Fools Journal la scorsa estate è stato a New York. Tutti dovrebbero passare almeno un’ora della propria vita a New York. È il concetto stesso di “mondo” ad allargarsi improvvisamente: non esistono più razze, colori, barriere, tendenze. Oppure sì, è proprio il contrario. Esiste tutto, ma insieme, contemporaneamente, ognuno con le proprie peculiarità, ognuno che porta qualcosa di prezioso e insostituibile in questa grande pazza incredibile metropoli. In cui si passa dai grattacieli infiniti di Midtown alle piccole palazzine con le scale antincendio del Greenwich Village, dai negozi scintillanti della Fifth Avenue alle vie acciottolate dell’East Village piene di localini in cui entrano massimo 10 persone, dai rumori assordanti di sirene e cantieri ad un concerto improvvisato di jazz all’angolo della strada. Ecco alcune immagini!

Foto e testo di Daniele Messina

I colori elettrici delle città asiatiche

Per ben otto anni, il fotografo francese Yann Lecoeur ha percorso le città asiatiche e ha catturato i colori elettrici delle sue strade. L’artista francese, che è anche ingegnere del suono, è considerato “l’oreille d’or” della fotografia francese per quella capacità di riuscire ad immortalare i suoni, i colori, i motivi di un luogo semplicemente “sentendo” la sua atmosfera. Date un’occhiata!

https://www.instagram.com/malakyte_studio/

Fools Travel – Sweet Home…Chicago!

Anche quest’anno Fools Journal ha messo piedi negli Stati Uniti ed è tornato tra le strade della polverosa ed elettrizzante Chicago: terza città più grande degli States, culla dell’architettura moderna – con grattacieli dalle viste incredibili come la Willis Tower e l’Hancock Center o Oak Park, il quartiere quasi interamente composto dalle case progettate da Frank Lloyd Wright -, patria del jazz e del blues, luogo simbolo della multiculturalità, perla della regione dei Grandi Laghi, conosciuta come The Windy City per i venti che la attraversano durante tutto l’anno. Una città speciale, vibrante, piena di arte – the Art Institute of Chicago è infatti uno dei musei più belli del mondo, per non parlare delle sculture di Mirò e Calder sparse per le sue strade – e perfetta da visitare soprattutto in primavera/estate, quando le gelide temperature invernali sono un ricordo lontano e la gente si riversa per strada per vivere i suoi mille eventi. Pronti a partire?

https://www.instagram.com/danmess11/